Papà…il mio punto di vista…

Papà, importante che sia proprio tu, se non puoi essere tu, importa che sia chi ama davvero, chi sente di volersi assumere una grande e grossa responsabilità per la vita. Il percorso di un bambino inizia quando piano piano si costruisce un’immagine interiore di come è, legata a come ci si prende cura di lui. Papà, il mio percorso è iniziato quando ho cominciato a capirti, quando abbiamo iniziato a creare un rapporto solo nostro, un rapporto nel quale le basi erano il rispetto, la protezione e l’amore. Papà non è immediato che sia tu, papà è anche chi arriva nella mia vita dopo, chi decide di accogliere di me, il bianco ma anche il nero, chi decide di non scegliere strade in discesa ma anche in salita; papà non è necessario che sia un legame di sangue, papà è necessario però che faccia parte della mia vita. Papà è la forza che si crea in un legame unico, papà è la disponibilità che si costruisce in un momento magico… Papà… per chi lo ha, per chi lo ha avuto, per chi lo ha conosciuto e per chi non lo ha conosciuto, per chi lo ha visto sempre partecipe per chi lo ha visto andare via; per chi… nonostante tutto “papà” … 

Rispondi