La maestra deve avere orecchie grandi

Che orecchie grandi… Per ascoltarti meglio, per ascoltare anche i silenzi e per ascoltare ciò che non si dice a parole… Fare l’insegnante richiede capacità di ascolto enormi, oserei dire, perché, ciò che noi dobbiamo mettere in campo è l’ascolto della relazione che costruiamo con il singolo bambino e poi con tutto il gruppo; ogni

Anche gli errori vanno rispettati, i bambini non vanno umiliati 

Il processo di apprendimento è complesso, non tutti i bambini hanno le stesse competenze e hanno quindi necessità di metodi differenziati nel rispetto dei tempi… Quando usiamo parole taglienti riferite ai bambini, quando li umiliamo facendo paragoni con gli altri o peggio davanti agli altri, succede che loro non se lo aspettano, succede che loro

Primo giorno di scuola 

Per le famiglie, per i bambini che in questi giorni hanno fatto acquisti, organizzato, etichettato i quaderni e le matite; ma anche le emozioni e le paure per l’inizio di un nuovo percorso.  Sono sicura che non sarà privo di alti e bassi da attraversare ma da insegnante, non posso che pensare che, anche nei

Mamma non mandarmi a scuola 

Quante volte abbiamo sentito i nostri bambini pronunciare questa frase ? Quante volte abbiamo tentato tutte le strategie che erano in nostro potere per rassicurarli e non siamo riuscite a farlo?! Troppe, ogni volta con la sensazione di cedere anche noi allo sconforto più totale, pensando subito di buttare tutta la colpa sulla scuola… O

Ruolo dell’adulto e emozioni dei bambini 

I nostri bambini, fortunatamente, nascono dotati di “emozioni”, la loro capacità di provare rabbia, gioia, tristezza, ha necessità della mediazione di noi adulti.  Loro, non sono capaci di regolare l’intensità delle emozioni, ne sono in balia, perché non sono ancora in grado di prendere le distanze. Vivono e sentono le emozioni in modo “forte” e

Immaginazione e espressione delle emozioni

Ci vuole un cuore per amare e i bambini, ci vuole cuore e testa per emozionare ed emozionarsi…Per insegnare loro,  ad essere più aperti, a rapportarsi con i propri sentimenti e le proprie sensazioni cercando di esprimerle al meglio. Li possiamo aiutare attraverso giochi ed attività come la drammatizzazione di una storia, oppure giochi con

Voglio diventare grande

Chissà perché i bambini hanno così voglia di crescere, di diventare grandi come noi… Loro non lo sanno che crescendo, le emozioni e la loro espressione sarà più difficile, subentrerà la vergogna, la vergogna di dirsi ti amo, ti voglio bene, di abbracciarsi…Arriverà la fretta “take away” a portare via i momenti più preziosi, arriverà

Dietro al programma…o il programma dietro?

La corsa al “devo imparare tutto” tipico atteggiamento di ciò che spesso le interpretazioni di noi genitori “tramandano” ai bambini; il “guarda che voti” , tipico atteggiamento di una poco sana competizione, a parer mio. Il programma per noi insegnanti, gli obiettivi da dover raggiungere e le cose da dover fare, alle volte fanno perdere

Ovunque…Buon pomeriggio 

Mettilo ovunque, il cuore mettilo sempre, in ciò che fai, impara a fare come i bambini che vedo ogni giorno, fai diventare grandi gli occhi, guarda il mondo, riempi il cuore ogni istante e mettilo, mettilo anche nelle parole così da non ferire mai chi ti sta vicino, così da stupirti ogni volta che intraprendi