Sogni e bi-sogni

Ogni mattina , entrare in classe è una sfida nuova, è leggere nei sogni e nei bi -sogni dei bambini; non sono tutti uguali, ognuno ha i suoi tempi, ognuno sogna diversamente, ognuno richiede attenzioni a suo modo…

L’insegnante lo sa bene, e sa anche che non è “sfida” semplice quella di cogliere le sfumature che ogni bambino ha,  non è semplice nemmeno trovare il punto in cui, attraverso le attività “le sfumature si mescolano e lasciamo spazio ad un colore deciso…” ; il singolo ed il gruppo, le famiglie e l’insegnante, non mi piace vederlo così, mi piace sapere che ci sono singoli nel gruppo, e famiglie di insegnanti. I bambini hanno sogni, e bisogni a cui nello stesso modo dovremmo dare spazio, attenzione e amore.

Rispondi