Cosa conta?

Vi hanno mai chiesto, cosa è importante? Tanto per riflettere insieme, me lo chiedo spesso, anche sul lavoro; per una maestra, cosa importa? Importano i bambini, loro sono il futuro, quello vero, sono la potenza, la speranza… Loro sperano e lo fanno sul serio, loro ti guardano e vogliono diventare grandi, “come te”, loro sono attenti a tutto.

Loro, sono davvero attenti, loro meritano la possibilità di essere bambini, meritano adulti che siano guide, guide sincere e autorevoli. Capaci, non solo di guidarli ma anche capaci di responsabilità. Nella vita, contano i rapporti umani, la ricchezza è fatta di scambio. La competenza, che noi insegnanti mettiamo a disposizione dei nostri piccoli alunni, è fatta di cuore e vicinanza ma anche di “testa” e distanza, la vicinanza che unisce le mani lungo un percorso e la distanza di chi comprende che il loro sviluppo ed educazione è legato prima di tutto all’ambiente familiare.

Inizia dalla consapevolezza, che il bambino non è un “adulto in miniatura” e che abbiamo il dovere ed il diritto di preservare, crescere, sensibilizzarci, prendendo seriamente i nostri ruoli da adulti.

Un insegnante che cerca di insegnare senza ispirare nell’alunno il desiderio di imparare sta martellando un ferro freddo. (Horace Mann)

Rispondi