Inizia la scuola dell’infanzia alcuni suggerimenti 

L’ho vissuto in prima persona da mamma, da maestra lo vivo ogni volta che accolgo i bambini che fanno il loro ingresso; ci sono molte ansie e preoccupazioni legate all’ingresso dei bimbi a scuola dell’infanzia, perché ci si domanda se le insegnanti saranno in grado di capire i nostri bambini se saranno in grado di soddisfare le loro esigenze, se mangerà se riuscirà ad integrarsi… Tutto legittimo e comprensibile, a questo punto vi do qualche suggerimento nel quale credo molto e che penso possa essere molto utile:

1. I vostri bambini sono in gamba, abbiate fiducia in loro.

2. Pensate che il pianto è una manifestazione da accogliere perché può succedere, le emozioni in gioco saranno molte.

3. Non raccontate bugie a vostro figlio dicendo che tornate subito se poi non è realmente così.

4. Non scAppate mai senza aver salutato il vostro bimbo

5. Rassicuratelo e quando è il momento di andare, salutate e andate.

6. Se, nonostante tutto, cercate di avere fiducia davvero il bambino lo sentirà.

7. Per essere più tranquille anche voi, non abbiate timore di domandare l’organizzazione della giornata a scuola così da sapere cosa indicativamente fa il vostro bimbo.

8. Evitate i paragoni; ogni bambino è assolutamente unico e ai relaziona in modo diverso.

9. Cercate di  dare ai vostri bambini  la possibilità di mettersi in gioco, di sperimentare, di imparare anche attraverso gli errori e i conflitti che nasceranno in una situazione nuova come questa. Sostanzialmente…. cercate di non mettervi in mezzo, (però chiedete…)le insegnanti hanno i loro mezzi per far in modo che i bambini con il tempo reagiscano e stiano in conflitto nel modo giusto.

10.Iniziate l’esperienza con curiosità e se collaborate seguendo le regole della scuola vedrete che sarà bello.

Le insegnanti, mettono il cuore, assieme alla competenza professionale che permette loro di svolgere le attività adeguate per far diventare i bambini prima un gruppo coeso, poi lasciare che ognuno sviluppi le sue modalità di relazione e la sua creatività e percorra la strada dell’autonomia. 

Ricordatevi che la collaborazione con i genitori è importante e fondamentale perché l’idea di educazione si sviluppi correttamente. Non date troppo spazio ai gruppi su WhatsApp ma preferite il colloquio con le insegnanti in caso ci sia qualcosa che non è chiaro.

Se non ci sostituiamo ai bambini ma diamo loro gli strumenti per agire, li lasciamo sbagliare e fare i conti con gli errori saranno adulti più sicuri…La scuola cerca collaborazione con le famiglie per il bene dei piccoli alunni

Rispondi