Sono una mamma imperfetta

Penso che essere genitore sia difficile, ci sono quelle mamme perfette ma io no, io non sono perfetta. Io spesso lo sballotto quando è malaticcio per non assentarmi molto da lavoro, alle volte vivo sensi di colpa perché non so come muovermi, guardo le altre mamme e faccio confronti e io non stiro, non cucino sempre cose fresche, non sono molto brava a fare torte ma amo mio figlio e lo amerò così, come lui deciderà di mostrarsi e di essere; lo amerò anche quando la vita lo cambierà e io non sarò più capace di stargli vicino, quando vicino non mi vorrà, lo amerò, come dice Recalcati, anche nel momento dell’assenza, perché crescerà, sta già crescendo e ci saranno momenti o situazioni, in cui il miglior dono da fargli è il nostro metterci da parte senza ricatti morali, il nostro mostrarci imperfetti e fragili così come siamo. Non ci sono esperti in questo,i figli si devono accettare così e soprattutto nelle loro particolarità e noi, dobbiamo provare ad accettare noi stessi così come siamo.

Due cose importanti da insegnare ai figli: fare e fare senza. (Marceline Cox)

Rispondi