Viaggiando tra le immagini del cuore

Esprimere le proprie emozioni, per un bambino è difficile, per un adulto forse ancora peggio. L’emozione è la voce che si fa sentire nonostante tutto; ciò che forse ci accomuna, è il viaggio che si intraprende nel corso della vita e della crescita; è importante partire con un bagaglio o due? È importante avere una guida o no? È importante avere le approvazioni di tutti? Tanta curiosità, tante prospettive, tanta paura. Insomma, in qualunque momento siamo in viaggio.  Vi racconto un pezzo del mio.Oggi ho avuto la fortuna di svolgere un laboratorio di arte terapia, tenuto dalla dott.ssa Giulia Malavolti a Modena. Il tema, era appunto il viaggio e usare la creatività per raccontare. Ho provato il piacere della contaminazione tra persone, sconosciute ma in un attimo tutte sullo stesso piano. Tutti viaggiatori, ognuno con il suo bagaglio, la sua matita e le sue capacità…Io ho messo del mio, e loro del loro, e poi hanno messo del loro nel mio e io, del mio nel loro. Penso ai bambini e quanto questa tipologia di attività in cui si  trasmette accettazione, si trasmette bellezza, possa essere utile per arricchire la loro crescita. Io sono cresciuta, ho visto attraverso gli occhi ed il cuore degli altri, ho “disegnato” il viaggio, e durante questo viaggio mi hanno regalato, una stella, dei sorrisi, l’amicizia, un fiore e l’utopia perché serva a far brillare gli occhi! Trasmetterò a mio figlio questa esperienza, per il suo viaggio, spiegandogli i colori che oggi io ho visto nelle persone. 

“Quasi tutte le situazioni e i modi di vivere hanno un momento beato. Questo i buoni artisti sanno tirar fuori.” (Nietzsche)

Rispondi