Genitori e responsabilità 

Sono genitore perché ho scelto di esserlo, ho scelto di crescere uno,due o più bambini, di dare loro amore, cure ma soprattutto educazione e ascolto. Sono un genitore e so, quanto costi caro veder piangere mio figlio, sono consapevole che sarà doloroso vederlo cadere e farsi male ma devo stringere i denti, devo pensare che ci sono esperienze che deve fare in prima persona per conoscere il mondo, devo pernsare che i miei NO ed i limiti che deciderò di dargli dovranno essere fatti dello stesso amore dei baci e delle carezze che di sicuro non gli farò mancare. 

Sono un genitore, sono il suo primo educatore, sono un adulto che ci prova a dare regole da far rispettare, ed eccezioni da considerare. Sono un genitore, che non vuol dire essere perfetto, vuol dire almeno essere coerente, mantenere i miei no ben saldi, come fossero promesse, perché diventare grandi non è cosa, così semplice. Sono un genitore… ho un impegno ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo, ho un impegno scritto nel cuore avevo un sogno e sei nato tu amore!

Rispondi