L’arte come la lettura 

Quando leggiamo un libro con i bambini viaggiamo e diamo voce alle emozioni; quando guardiamo opere d’arte con loro facciamo una particolare esperienza di trovare una “nuova esistenza” sotto forma di rappresentanzione. Un’opera d’arte racconta, per chi la osserva, una storia di emozioni, di suoni, di materiali. 

I bambini, a scuola fanno queste esperienze, visitano musei e luoghi dell’arte, esplorano la natura, anche essa oggetto d’arte e ispirazione; restano per un po’ con il naso all’insù e osservano dipinti, dove distanze sconfinate,sono rappresentate in pochi centimetri di tela, dove il colore diventa ritmo, dove le persone sembrano muoversi. 

L’emozione davanti a queste esperienze è gratuita, un po’meno l’ingresso in questi luoghi ma offrono ai bambini la possibilità di scoprire molteplici punti di vista, “punti di vista vaganti” ; offrono come i libri cambiamento, apertura, racconto, amore, esperienza; spesso come le storie raccontano con segni semplici, la complessità della vita. I nostri bambini meritano anche questo.

Quanti racconti possono creare i bambini? Una mano, un gesto…

Rispondi