Porre dei limiti ai bambini per aiutarli a crescere

Credo che nessuno nasca “genitore”, spesso lo si diventa con il tempo, non sempre coincide con la nascita del proprio bambino; mille domande, mille perplessità e davanti alle prime difficoltà di gestione di alcuni comportamenti meglio conosciuti come “capricci” siamo in difficoltà, è utile, non tanto guardare gli altri e fare paragoni, perché ogni bimbo è diverso, quanto capire che come genitori, possiamo sicuramente porre dei limiti ai comportamenti dei nostri bambini e questo è  importante e basilare per la loro crescita e per la loro serenità.

Più crescono, più tendono a “ribellarsi” ai limiti, tendono a provare ad ottenere di più, fa parte del processo di crescita. È complicato far sì che ascoltino, perché credono di non averne bisogno e non ne capiscono le ragioni, i bambini hanno bisogno di regole e “no” chiari per crescere. 

Mai pensato fosse un compito semplice: a scuola è complesso, proprio perché si ha a che fare con più di un bambino, nello stesso tempo i bambini, splendide creature, aiutano tanto, si osservano, apprendono e si adattano alle dinamiche del gruppo, questo aiuta. Concedere troppo, concedere troppo poco…? Quel che credo  sia importante, è saper stabilire efficacemente alcuni limiti, senza toccare nessuno dei due estremi. I genitori, sono “funamboli” per natura.

Provare a cercare il giusto equilibrio…Decidendo dove si trova il limite, è importante perché individuiamo il punto in cui le cose diventano pericolose ( i limiti non si mettono perché siamo antipatici..) ma perché vogliamo che i nostri figli siano al sicuro. È importante che si stabiliscano con fermezza, così  loro imparano  a rispettarli. I limiti danno sicurezza ai  bimbi, l’indecisione, la non sicurezza li confondono, fanno in modo che facciano continue richieste e che ci mettano in difficoltà che poi crescendo divengono più difficili da gestire. Dare limiti e stabilire regole, vuole dire insegnare il rispetto, l’amore attraverso la comunicazione chiara i genitori spiegano ai figli che è importante rispettare ciò che viene stabilito. La vita è fatta anche di regole, limiti che i bambini devono imparare ad accettare e a vivere.

Volere bene non significa concedere tutto,il bene che vogliamo ai nostri figli è indiscutibile, resta tale anche se “poniAmo” loro dei limiti che li mettono al sicuro e li preparano alla vita.

Rispondi