Quando sei mamma di un maschio

Di fantasia ne ho sempre avuta, anche quando pensavo a come sarebbe stato essere mamma di un maschietto, mille paranoie, mille congetture, praticamente mi ero messa a chiedere consigli a più di metà del mondo. 

Quando me lo sono trovato davanti, ho pensato, che era arrivato il momento di mettere tutto in pratica… Poi mi sono scordata ogni consiglio, ogni esempio e ho iniziato la mia vita come “mamma di un maschio”; cambia il modo di fare pipì, i suoi piedi crescono a dismisura, va pazzo per tutto ciò che può creare e costruire con carta e cartone, la sua stanza, sembra una grande discarica colorata di verde pistacchio, mi chiama per ogni cosa ma per il resto non è poi così strano, è stato tutto naturale, non sempre facile e questo,non credo, dipenda dal sesso del bambino, ma naturale si. 

Ogni giorno cresco con lui, ogni giorno gli trasmetto il  rispetto per se stessi e per gli altri, ogni giorno… L’unica cosa che non ti dicono…è come tenere i capelli del tuo piccolo principe… però vedo che è cosa diffusa, basta riguardare le foto da piccoli…

Leggerezza…

Rispondi